Cellulite fibrosa

Quali sono I Trattamenti per la cellulite fibrosa? Ecco perché si forma.
La cellulite colpisce il 90% delle donne, ma i tipi non sono tutti uguali.
La cellulite fibrosa sembra si formi a causa di un fenomeno chiamato "glicazione del collagene."
Questo fenomeno, che deriva dell'associazione delle fibre di collagene con molecole di glucosio, farà sì che la fibrosi (indurimento delle fibre di collagene), intrappolando le cellule di grasso, le rende difficili da trattare.

Su quali parti del corpo si trova? 
La Cellulite fibrosa, di solito è localizzata sulle cosce e i glutei.

Quanti tipi di cellulite ci sono?

  • adiposa
  • acquosa
  • fibrosa.
Che cos’è la cellulite fibrosa e quali sono le cause?

La cellulite fibrosa è:

  • una cellulite ostinata
  • “vecchia”
  • difficile da eliminare
  • dolorosa
Definizione di cellulite fibrosa
Si parla di cellulite fibrosa quando le fibre di collagene che circondano gli adipociti aumentano, i tessuti diventano più spessi, rigidi e le cellule adipose sono “intrappolate” all’interno.
Dove si trova la cellulite fibrosa
La cellulite fibrosa si posiziona più spesso su:
  • le cosce
  • sui glutei
A differenza della cellulite acquosa o adiposa, la fibrosa è dolente al tatto.
La pelle è dura e gonfia. A volte la pelle assume un colore violaceo.

Le cause 
La cellulite fibrosa si presenta  soprattutto nelle persone sedentarie. Oltre alla mancanza di esercizio fisico, anche l’alimentazione sbagliata potrebbe aggravare la situazione.
Tra le altre cause ci sono:
  • cattiva circolazione sanguigna
  • ritenzione idrica
  • genetica
  • disfunzioni ormonali
  • menopausa
Soluzioni 
La cellulite fibrosa deve essere diagnosticata da uno specialista. È possibile che siano presenti anche più tipi di cellulite contemporaneamente.  La cellulite fibrosa è quella più vecchia e difficile da trattare.

Consigli utili
L’alimentazione è importante:
  • Dare priorità a frutta, verdura, legumi
  • Puntare su vitamine e oligoelementi
  • Evitare gli zuccheri
  • No ai cibi fast food
  • RIDURRE piatti troppo ricchi di grassi
  • Eliminare il latte intero
  • Preferire Il consumo di antiossidanti
  • Bere 1,5 litri al giorno di acqua
  • consultare un dietista o un nutrizionista
Perché cambiare dieta? la comparsa di questo tipo di cellulite è favorita anche da una dieta ricca di zuccheri, quindi è importante limitare il consumo di alimenti  che ne sono ricchi.
Promuovere il consumo di:
  • proteine
  • frutta e verdura di stagione
  • vitamine e sali minerali
  • acqua
L'esercizio fisico
Per combattere la cellulite, qualunque essa sia, lo sport ( ma qualsiasi attività fisica) è essenziale.
Gli sport di resistenza sono più utili per sciogliere il grasso immagazzinato che eliminare la cellulite.  
Tra gli sport consigliati:
  • ciclismo
  • nuoto
  • camminata  (almeno 45 minuti)
  • stiramento
  • fitness
  • yoga.
se da tempo non si svolge attività fisica sarebbe bene parlare con un medico, prima di iniziare qualsiasi attività.

I massaggi
Come con altri tipi di cellulite, il massaggio migliora la situazione.
Il massaggio si può effettuare usando in vari modi: I trattamenti
Se questi metodi non funzionano, è possibile prendere in considerazione altre soluzioni.
Queste soluzioni comprendono:
  • Liposuzione, sempre da valutare con un chirurgo plastico e un medico esperto perché l’uso di questa tecnica chirurgica non trova tutti d’accordo nel trattamento della cellulite
  • Lipolaser, sempre dopo averne discusso con chirurgo plastico e un medico esperto
  • subcision pilotata, mini invasiva non chirurgica con risultati a lungo termine, sempre dopo averne discusso con un medico esperto e chirurgo plastico  
la scelta del trattamento per la cellulite fibrosa più idoneo deve essere fatta in modo consapevole e si devono avere aspettative realistiche. La scelta del medico è cruciale perché ci si deve rivolgere sempre a medici esperti e chirurghi plastici formati nei singoli trattamenti.  

 

Gli argomenti contenuti in questo sito sono elaborazioni d'informazioni che non intendono sostituire il rapporto diretto tra medico e paziente.
Per approfondimenti rivolgersi al medico specialista.