Come combattere la cellulite fai da te

15 Dicembre 2020

Come combattere la cellulite fai da te

Autore: Ambrosio Pasquale  15/12/2020


Combattere la cellulite fai da te non è impossibile
: determinazione, impegno ed un po' di pazienza possono rappresentare il primo passo per contenerla ed eliminarla definitivamente. Questo perché la cellulite non è un disturbo originato solo dalle cattive abitudini alimentari e dall’obesità bensì un problema che principalmente scaturisce da fattori genetici e ormonali ai quali non sempre è facile sottrarsi.

Che cos'è la cellulite e come si forma?

La cellulite, pannicolopatia edemato-fibrosa, è un’alterazione del pannicolo ovvero il tessuto adiposo situato nello strato sottocutaneo e localizzato principalmente sulle cosce, sui glutei, sui fianchi e l’addome. L’alterazione di questo tessuto è causata da una variazione della circolazione linfatica e venosa. Infatti, in condizioni normali, il tessuto adiposo funge da riserva per l’organismo e attraverso la lipogenesi e la lipolisi si ha la sintesi delle risorse caloriche in eccesso in grasso o la scomposizione di queste cellule per mettere in circolo nel sangue preziose risorse. Inoltre il sistema linfatico si occupa di espelle le sostanze di scarto evitando il ristagno di sostanze nel tessuto sottocutaneo.

Con l’interruzione delle comunicazioni tra il microcircolo ed il pannicolo non è possibile più né accedere alle riserve di adipe né smaltire le sostanze in eccesso. Questo fenomeno porta al ristagno di tossine, acqua ed altri liquidi che giungono in questi strati e rimangono “intrappolati”. A causa di queste condizioni gli spazi interstiziali cominciano ad aumentare di volume comprimendo sulle terminazioni nervose e sui vasi del microcircolo peggiorando la condizione generale. Si passa da accumuli moderati ed edemi alla formazione di veri e propri noduli che nelle fasi finali del disturbo diventano tessuto fibroso difficile da eliminare.

A cosa è dovuta la cellulite?

Le due principali cause della cellulite sono di tipo genetico o ormonale. Nelle cause genetiche è possibile rilevare una maggiore fragilità dei capillari ed una cattiva circolazione di base. Nelle cause ormonali, invece, è importante il ruolo degli estrogeni che favoriscono in modo incontrollato la ritenzione idrica. Per questa ragione la cellulite è un disturbo che colpisce principalmente le donne e senza alcuna distinzione di età, abitudini e provenienza.

Nonostante la cellulite sia dovuta fondamentalmente a fattori genetici ed ormonali, esistono altri importanti fattori che possono determinarla o aggravarne la condizione in modo incisivo. Le cattive abitudini alimentari, lo stress, l’obesità e la vita sedentaria sono senza dubbio importanti fattori incidenti e che possono rendere l’eliminazione della cellulite ancora più difficile e complicata.

Perché le magre hanno la cellulite?

Se consideriamo le cause scatenanti della cellulite diventa chiara anche la risposta al quesito: siccome i fattori scatenanti della cellulite sono di natura genetica e ormonali il disturbo colpisce indistintamente persone di corporatura magra e grassa. È chiaro che nei soggetti con condizione di obesità il disturbo sia maggiormente evidente e, probabilmente, più difficile da eliminare.

Come fare per non far venire la cellulite?

Prevenire la cellulite è cosa assai ardua ma è possibile ritardare e limitare i suoi effetti seguendo alcune semplici abitudini. La prima è quella di idratarsi adeguatamente nel corso della giornata bevendo almeno 1,5/2 litri di acqua al giorno. Infatti l’acqua, al contrario di quanto spesso si pensa, non alimenta la ritenzione idrica ma bensì aiuta ad eliminarla.

Una seconda importante abitudine per prevenire la cellulite è una sana dieta che elimini alimenti ipercalorici e che preveda, invece, frutta e verdura in abbondanza. Un terzo e fondamentale punto e rappresentato dall’ attività fisica che deve essere costante e moderatamente impegnativa. Percorrere 50 minuti al giorno a 6 km/h (100 passi al minuto) può aiutarci a raggiungere facilmente 5000 passi che rappresentano la metà dei passi consigliati dall’OMS giornalmente. Altri 5000 passi si possono fare con le normali attività giornaliere. Se l’attività fisica è effettuata all’aperto diventa ancora più importante favorendo una migliore ossigenazione dei tessuti ed importanti benefici anche dal punto di vista psicologico.

Non di minore importanza è l’abitudine di utilizzare indumenti e scarpe strette che influiscono in modo negativo sulla circolazione sanguigna e linfatica a livello periferico. Tra gli indumenti bisognerebbe eliminare l’utilizzo di jeans e leggings stretti mentre tra le scarpe i tacchi rappresentano, di certo, uno dei principali nemici del microcircolo e dello stress degli arti inferiori.

Come combattere la cellulite fai da te?

Combattere la cellulite fai da te è possibile considerando almeno tre aspetti fondamentali: alimentazione, esercizio fisico e adeguato drenaggio.

L’alimentazione deve necessariamente tenere in considerazione:

  • Frutta
  • Verdura
  • Legumi
  • Cereali integrali
  • Adeguato apporto di proteine (animali e non)

Nell’alimentazione devono essere ridotti o eliminati:

  • Grassi, soprattutto di origine animale
  • Sodio
  • Zuccheri

Il fai da te, ovviamente, non preclude la possibilità di rivolgersi ad un nutrizionista capace di fornire diete dettagliate e personalizzate a seconda delle esigenze dei singoli individui.

Per quanto riguardo lo sport, invece, bisogna considerare che non è consigliato affaticare eccessivamente l’organismo ed in particolare il sistema cardiocircolatorio e gli arti inferiori. Il consiglio di massima è quello di fare esercizi con un carico moderato che possono apportare benefici sensibili al benessere del corpo.

Gli sport maggiormente consigliati contro la cellulite sono:

In ultima analisi, bisogna tenere in considerazione che i tessuti necessitano un adeguato drenaggio; questo può essere agevolato mediante una adeguata idratazione, con massaggi drenanti e con l’assunzione di sostanze che favoriscono il fenomeno.

In sintesi gli strumenti più importanti per il drenaggio dei liquidi sono:

  • Massaggi, da effettuare con o senza prodotti specifici dalla periferia verso il bacino.
  • Adeguata idratazione, ovvero bere almeno 1,5/2 litri di acqua al giorno.
  • Assunzione di the, tisane ed altri prodotti altamente drenanti.

Cos’è e cosa si può fare con la buccia d'arancia?

La pelle a buccia di arancia è l’effetto antiestetico della cellulite. Si configura come irregolarità sulla superficie cutanea che ricordano quelle della buccia del frutto. Messi in atto i principali consigli per prevenire e combattere la cellulite ed i suoi effetti estetici si deve necessariamente ricorrere all’esercizio fisico per ripristinare la tonicità cutanea con squat, affondi, ponte dei glutei ed elevazioni delle gambe su fianco. All’esercizio fisico possono essere abbinati massaggi drenanti e l’applicazione di creme e lozioni ad azione anticellulite e tonificante per aiutare la pelle a ritornare ad una condizione di naturale tono ed elasticità.

Gli argomenti contenuti in questo sito sono elaborazioni d'informazioni che non intendono sostituire il rapporto diretto tra medico e paziente.
Per approfondimenti rivolgersi al medico specialista.

Contattaci per ricevere informazioni