La cellulite maschile

10 Febbraio 2017

La cellulite maschile

Autore: Dott. Di Mattei Di Matteo Valeria

Autore: Dott.ssa Valeria Di Mattei Di Matteo 


La cellulite maschile nota anche come idrolipessia, che significa “tendenza a trattenere i liquidi” è una tipologia di cellulite che colpisce il sesso maschile. Non vi è una netta differenza rispetto alla cellulite che colpisce le donne, il risultato è sempre lo stesso: pelle a buccia d’arancia.

L'ormone prominente circolante nell' uomo è il testosterone, che stimola la produzione di proteine. A causa di questo, l' uomo  tende ad avere più strati densi di tessuto connettivo ricco di proteine ​​all' interno della  pelle, portando ad uno strato di pelle più spesso. Questo riduce anche la tendenza a sviluppare la pelle a buccia d' arancia.

Le donne  colpite dalla pelle a buccia d’ arancia sono circa 8 su 10, la cellulite maschile è meno diffusa, in quanto affligge solo 4 uomini su 10,  può essere causata dagli stessi fattori, quali squilibri ormonalifattori genetici, da un’ alimentazione scorretta, da una vita sedentaria oppure, paradossalmente, da un’attività sportiva troppo intensa.  Chiariamo questo discorso, fare sport è molto importante per la nostra salute, aiuta a vivere meglio ed essere in forma, e fin qui non ci sono problemi, ma cosa succede quando l’attività fisica diventa eccessiva ed estenuante?  Un carico eccessivo di lavoro fisico è controproducente per il nostro corpo in quanto l’eccessivo accumulo di acido lattico,  non aiuterebbe a tonificare e rassodare le zone colpite dal problema, ma lo peggiorerebbe.

Differenze nella distribuzione della cellulite maschile

Nell' uomo i depositi di grasso tendono ad accumularsi maggiormente  nella regione addominale e appena sopra la vita, dando  le caratteristiche maniglie dell'amore. Questo accumulo di grasso intorno al tronco dà all' uomo  in sovrappeso una forma del corpo detto a “mela”, dove la circonferenza massima si verifica nel mezzo. Nella donna invece i depositi di grasso  appaiono sui fianchi, cosce e glutei, dando quella che viene definita come una forma di pera, un frutto in cui il diametro più grande si verifica verso il basso.

Dunque, nel caso della cellulite maschile, quali sono i trattamenti consigliati?

I trattamenti per combattere la cellulite maschile sono gli stessi che vengono consigliati per le donne, ovvero una dieta equilibrata (tante fibre e vegetali), ridurre le quantità di cloruro di sodio (sale), bere tanta acqua, evitare il fumo e alcolici, e ridurre il più possibile il consumo di caffè. Perciò uomini (e donne) quando vi sentirete stanchi sappiate che una mela offre tanta più energia di un semplice caffè ed è molto più salutare per voi. Un ultimo consiglio  il riposo è fondamentale, dormire almeno 8 ore al giorno aiuta l’organismo ad operare al meglio.

Se poi i consigli dati fin’ora non sembrano bastare anche l’utilizzo di creme cosmetiche non è da sottovalutare: attenzione però, affinché queste funzionino al meglio, la loro applicazione dev’essere accompagnata da un massaggio drenante, ovvero un massaggio circolare dal basso verso l’alto che aiuta la ripresa della circolazione.

Gli argomenti contenuti in questo sito sono elaborazioni d'informazioni che non intendono sostituire il rapporto diretto tra medico e paziente.
Per approfondimenti rivolgersi al medico specialista.

Tags: uomo

Contattaci per ricevere informazioni