Drenare i liquidi in eccesso

30 Aprile 2019

Drenare i liquidi in eccesso

Autore: Perra Simona

La ritenzione idrica (conosciuta anche come edema) colpisce un gran numero di donne e, in misura minore, uomini. La comparsa di liquidi in eccesso e quindi di ritenzione idrica si verifica quando le vene e i vasi linfatici non riescono a drenare i liquidi in eccesso dai tessuti.

La ritenzione idrica può manifestarsi occasionalmente o può essere cronica e i sintomi possono variare da lievi (gonfiore che si manifesta tipicamente su polpacci, cosce, fianchi, braccia) a gravi (linfedema).

Se sei in piedi o ti siedi per tutto il giorno, probabilmente provi rigidità e dolore alle gambe, oltre alla ritenzione di liquidi.

Questo è dovuto a:

  • accumulo di tensione sui muscoli del polpaccio, della coscia e dell'anca
  • cattivo funzionamento delle vene delle gambe
  • drenaggio linfatico delle gambe inadeguato.

Le fibre muscolari possono provocare uno spasmo sia per inattività (ad esempio, seduti tutto il giorno) o a causa di una contrazione continua e statica (ad esempio in piedi tutto il giorno). Le altre due cause di gambe pesanti, stanche e gonfie, cioè la disfunzione linfatica e venosa, sono causate da diversi fattori:

  • Caldo: il corpo tende ad essere meno efficiente nel rimuovere il fluido dai tessuti nei mesi estivi
  • Ustioni: comprese le scottature solari - la pelle trattiene i liquidi e si gonfia in risposta alle ustioni
  • La pillola anticoncezionale: può innescare la ritenzione di liquidi
  • Ormoni associati al ciclo mestruale
  • Carenze dietetiche
  • Farmaci: alcuni farmaci tra cui farmaci per l'ipertensione, corticosteroidi e farmaci antinfiammatori non steroidei
  • Insufficienza venosa cronica
  • Alta assunzione di sale

 

Qual è la connessione tra cellulite e ritenzione idrica e come aiuterebbe drenare i liquidi in eccesso?

La maggior parte dei fattori che causano ritenzione idrica può anche causare la perdita di fermezza della pelle, infiammazione di basso grado, fibrosi del tessuto connettivo e accumulo di grasso superficiale, che letteralmente interessa tutti gli aspetti della cellulite, quindi solitamente la ritenzione idrica è intrinsecamente legata al problema della cellulite nelle donne.

Trattamenti che riguardano solo la ritenzione idrica (come il massaggio linfatico) potrebbero non essere in grado di ridurre la cellulite, perché la cellulite è più della ritenzione idrica. Tuttavia, un buon trattamento contro la cellulite dovrebbe sempre affrontare in modo efficace la ritenzione idrica e tutti gli altri aspetti della cellulite.

 

Drenare i liquidi in eccesso con i rimedi casalinghi

Esistono alcune soluzioni per la ritenzione idrica che possono essere eseguite a casa. L'efficacia di ciascuno dipende dalla gravità della condizione.

Gli studi hanno dimostrato che l'estratto di tarassaco può essere efficace nel ridurre la quantità di acqua trattenuta in un solo giorno. È sempre bene consultare un medico prima di ricorrere ai rimedi casalinghi.

Quali potrebbero essere?

  • Mantenere le gambe sollevate per tre o quattro volte al giorno può aiutare a migliorare la circolazione e spostare il fluido. Può anche essere utile dormire con l'arto colpito sollevato sopra il livello del cuore.
  • Un massaggio può anche aiutare l'area interessata quando viene accarezzata saldamente nella direzione del cuore. Questo può aiutare a spostare il fluido. È importante che i movimenti della mano non causino dolore.

 

Drenare i liquidi in eccesso con una dieta sana

Abitudini alimentari poco salutari influiscono sull’accumulo di liquidi è quindi bene correggerle. Come? In primis, cercando di ridurre il consumo di sale e degli alimenti salati come i salumi, salatini, formaggi stagionati o frutta secca. Il sodio contenuto nel sale causa l’accumulo di liquidi in eccesso.

Inoltre, dei semplici accorgimenti possono aiutare a drenare i liquidi in eccesso a partire dall’alimentazione:

  • consumare più magnesio da diverse fonti (fagioli, noci, cereali integrali e verdure a foglia verde)
  • mangiare alimenti che contengono vitamina B6 (come banane, noci e patate)
  • utilizzare integratori di vitamina B6 o di magnesio (consultare un medico prima di prendere qualsiasi supplemento)

 

Drenare i liquidi in eccesso, si parte dalla prevenzione

I seguenti passaggi possono aiutare a ridurre o prevenire i sintomi della ritenzione idrica:

  • perdita di peso
  • esercizio regolare
  • indossare calze di supporto se la ritenzione idrica si verifica negli arti inferiori
  • evitare di stare seduti e restare immobili troppo a lungo
  • fare pause e camminare regolarmente quando si completano lunghi viaggi in auto, treno, nave o aereo
  • evitare temperature estreme, come bagni caldi, docce e saune

Uno stile di vita equilibrato e sano aiuterà a mantenere la ritenzione idrica al minimo.

 

Drenare i liquidi in eccesso riducendo il consumo di alcool

L’alcool è una delle principali cause di disidratazione, una condizione che porta il corpo a trattenere i liquidi in eccesso. Per questo è consigliabile evitarne il consumo prima e dopo l’attività fisica e la sera. Da evidenziare anche l'azione dell'alcool sia sui vasi sanguigni, sia su cuore e pressione arteriosa.

 

Drenare i liquidi in eccesso con l’esercizio fisico

Il movimento è una prassi benefica per il corpo, che consente di sudare, attivare la circolazione ed eliminare grandi quantità di fluidi e tossine.

Gli argomenti contenuti in questo sito sono elaborazioni d'informazioni che non intendono sostituire il rapporto diretto tra medico e paziente.
Per approfondimenti rivolgersi al medico specialista.

Contattaci per ricevere informazioni