Radiofrequenza

Radiofrequenza

Radiofrequenza

Autore: Perra Simona



Cos’è la radiofrequenza?

La radiofrequenza è un trattamento estetico e non chirurgico che sfrutta l'azione delle onde elettromagnetiche ad alta frequenza per far sì che venga generata energia termica che possa arrivare agli strati più profondi dei tessuti favorendo così una distensione delle fibre.

In parole più semplici, Cos'è la radiofrequenza?  è un trattamento di medicina estetica di ultima generazione che consente di agire sulle adiposità localizzate e sulla ritenzione idrica.

 

La radiofrequenza e la cellulite

La radiofrequenza è un trattamento di medicina estetica che viene utilizzato per l’azione che svolge nei confronti della cellulite (ma non solo) in quanto, per via della sua azione sui tessuti più profondi. È infatti, capace di agire contrastando le adiposità localizzate, la ritenzione idrica e la pelle a buccia d'arancia.

La cellulite è un estetismo molto diffuso, quasi il 90% delle donne in tutto il mondo presentano questo inestetismo.  Fortunatamente, in aiuto a tutte le donne che desiderano eliminare, o almeno ridurre, la cellulite, la medicina estetica propone trattamenti sempre più innovativi e, soprattutto, sempre meno invasivi.

 

La radiofrequenza funziona sulla cellulite?

La radiofrequenza funziona sulla cellulite in quanto espone quest'ultima, così come le adiposità localizzate agli effetti elettrotermici delle onde elettromagnetiche, che hanno la capacità di agire in modo mirato sugli adipociti.

La radiofrequenza funziona favorendo il metabolismo a livello localizzato e lo smaltimento dei liquidi stagnanti (la conosciuta ritenzione idrica).

Inoltre, il calore che viene generato da questo trattamento, permette l'eliminazione delle cellule morte e la produzione di nuove.

Questo innovativo trattamento funziona anche sulla pelle. Questa viene resa più compatta e tonica. In aggiunta, funziona riducendo il volume delle aree trattate.

 

La radiofrequenza per il corpo

La radiofrequenza, agendo sulle adiposità localizzate, funziona non solo per il trattamento della cellulite in sé, ma anche per ridurre la quantità di grasso in altri distretti del corpo, tra le quali addome, fianchi e cosce. L’azione che questo trattamento svolge il corpo è quella di, non solo ridurre le quantità di grasso o di cellulite, ma anche di tonificare la pelle flaccida dopo una perdita di peso o successivamente alla gravidanza. Lo stimolo della radiofrequenza agisce sul corpo riattivando il metabolismo a livello localizzato, di conseguenza favorisce lo smaltimento dei liquidi.

 

Radiofrequenza, viene effettuata sull’addome?

Questo trattamento viene praticato specialmente per la zona dell'addome perché migliora la lassità cutanea senza il bisogno di ricorrere ad incisioni.  La procedura per l'addome, così come per le altre aree del corpo, è semplice. 

Prima di tutto il medico segnerà le zone da trattare con un pennarello chirurgico. Nel caso dell'addome verrà successivamente applicato un gel apposito che aiuterà le onde elettromagnetiche aggiungere ai tessuti profondi. 

L'addome è una zona del corpo soggetto a variazioni di peso e di conseguenza la pelle tende con il passare del tempo a presentare dei cedimenti.

La radiofrequenza all'addome permette di tonificare la zona dell'addome senza dover ricorrere alla chirurgia.

 

Radiofrequenza: quante sedute sono necessarie

Generalmente il trattamento di radiofrequenza, che si effettuato sull'addome o in altre parti del corpo o per il trattamento della cellulite, necessita in media 8/10 sessione di trattamento. dopodiché il medico consigliera delle sedute di mantenimento.

 

Radiofrequenza: effetti indesiderati

Nonostante i dispositivi utilizzati per la radiofrequenza siano moderni e siano dotati di  meccanismi di raffreddamento, valutando il fatto che le onde elettromagnetiche generano calore nei tessuti profondi è opportuno considerare che vi possano essere degli effetti indesiderati.

 Gli effetti indesiderati più comuni sono:

  • gonfiore
  • Rossore
  • ecchimosi

Radiofrequenza: controindicazioni

Nonostante la radiofrequenza abbia numerosi benefici, come in diversi trattamenti sono presenti delle controindicazioni.

Le controindicazioni al trattamento sono rivolte a coloro che presentano le seguenti condizioni cliniche o fisiche:

  • Donne in gravidanza
  • pazienti con dermatosi cutanee
  • Portatori di pacemaker
  • pazienti con patologie cardiache
  • pazienti con patologie autoimmuni cutanee come la psoriasi
  • pazienti con infezioni cutanee

 Queste sopraelencate erano le controindicazioni alla radiofrequenza.

Questo trattamento può essere combinato con altri come ad esempio laser o massaggi linfodrenanti.

Gli argomenti contenuti in questo sito sono elaborazioni d'informazioni che non intendono sostituire il rapporto diretto tra medico e paziente.
Per approfondimenti rivolgersi al medico specialista.

Contattaci per ricevere informazioni