Elettroporazione

Elettroporazione

Elettroporazione


In medicina estetica, sono molti i trattamenti che si effettuano mediante iniezioni: parliamo quindi di filler, ovviamente, ma vi sono anche altri trattamenti, al di fuori da quelli per il viso, quali la mesoterapia, basati sullo stesso principio.

Talvolta, l’invasività, seppur minima, di questa tipologia di trattamenti scoraggia i pazienti che non si sentono a proprio agio quando si parla di infiltrazioni sottocutanee.
La ricerca in campo medico e tecnologico, ha fatto sì che chiunque possa avere accesso a trattamenti come la mesoterapia senza dover ricorrere all’invasività della stessa.
Parliamo dunque di elettroporazione.

Cos’è l’elettroporazione

L’elettroporazione è una tecnica che consiste nell’applicazione di una corrente elettrica su una superficie, come la pelle o una membrana cellulare.

Perché l’elettroporazione si inserisce in questo contesto? Caratteristica principale di questa tecnica risiede nell’azione che la corrente elettrica esercita sui pori, allargandoli e permettendo il passaggio delle sostanze che normalmente verrebbero infiltrate, grazie all’aumento momentaneo della permeabilità dei tessuti.
L’elettroporazione viene impiegata in biologia molecolare, per introdurre sostanze specifiche in una cellula. La tecnica di elettroporazione è considerata una valida alternativa al metodo classico di somministrazione dei farmaci per via orale o iniettiva.

Macchinario utilizzato per l’elettroporazione

Il macchinario utilizzato è un elettroporatore. Il macchinario origina campi elettrici a basso voltaggio, e grazie all’ausilio di un impedenziometro (macchinario utilizzato per la determinazione della composizione corporea) è possibile determinare con esattezza la tensione dell’impulso elettrico necessario nella zona di trattamento.
In base alla modernità del macchinario, il manipolo è collegato direttamente al flacone nel quale si trova la sostanza da utilizzare.

Elettroporazione e medicina estetica

L’elettroporazione è una tecnica impiegata in medicina estetica per permettere alle sostanze di penetrare nella pelle ed essere assorbite in profondità, permettendo risultati gradevoli per diversi inestetismi del corpo.

L’elettroporazione viene utilizzata in particolare per il trattamento di cellulite, adiposità localizzata, rilassamento cutaneo, smagliature e rughe. Per ciò le aree di maggiore applicazione sono cosce, glutei, addome, braccia, viso, collo e décolleté.

Il trattamento di elettroporazione è personalizzato, in quanto ogni paziente necessita di una particolare sostanza per la sua particolare situazione. Un medico esperto sconsiglierà sempre trattamenti standardizzati per via della loro non certificata efficacia. Inoltre, ogni paziente necessita risultati diversi.

Come funziona l’elettroporazione

L’elettroporazione per il trattamento di inestetismi del corpo, quali la cellulite, funziona mediante impulsi elettrici che dilatano i pori della pelle, permettendo un passaggio diretto delle sostanze scelte ad hoc dal medico verso il derma. La peculiarità di questo trattamento risiede nella possibilità di canalizzare una maggiore quantità di sostanze verso il derma rispetto ad una tecnica tradizionale che prevede l’assunzione orale o per via iniettiva. Inoltre, anche la profondità che le sostanze riescono a raggiungere è maggiore.

L’elettroporazione, dunque, funziona consentendo un più profondo e completo trasferimento dei principi attivi attraverso la cute e nella cellula dove eserciteranno la loro azione.

Applicazioni dell’elettroporazione

Prima di procedere con il trattamento, la pelle viene preparata mediante una dermoabrasione per permettere un maggiore assorbimento delle sostanze che tonificheranno e rigenereranno la pelle del paziente.

L’elettroporazione è indicata per il trattamento sia del viso che del corpo. Per quanto riguarda il viso, viene eseguita per il trattamento di:

  •         Rughe e linee sottili;
  •         Borse e occhiaie;
  •         Acne;
  •         Lassità cutanee;
  •         discromie cutanee;
  •         Macchie.

Nel corpo, viene impiegata per il trattamento di:

  •         Cellulite;
  •         Adiposità localizzate;
  •         Pelle a buccia d’arancia;
  •         Smagliature;
  •         Tonificare;
  •         Rimodellare;
  •         Rassodare seno e glutei;
  •         Lassità della cute.

 

Le controindicazioni e gli effetti collaterali del trattamento

Successivamente al trattamento è possibile che si presentino degli effetti collaterali passeggeri, che svaniscono, solitamente, nell’arco di una giornata.

I possibili effetti collaterali sono:

  •         rossore o lieve eritema
  •         leggero sapore metallico in bocca

Le controindicazioni invece includono:

  •         Cardiopatici
  •         portatori di pace-maker
  •         apparecchi acustici e similari
  •         gravidanza
  •         impianti dentari o protesi metalliche nella zona da trattare.

 

I risultati dell’elettroporazione

I risultati, sono soliti essere visibili quasi subito, in altri casi, tuttavia, è necessario aspettare almeno 5 sedute prima di notare risultati visibili.

I risultati ottenibili sono di:

  •         biorivitalizzazione,
  •         ringiovanimento cutaneo,
  •         tonificazione
  •         miglioramento dell’elasticità cutanea.

Inoltre, la possibilità di combinare più sostanze, creando il famoso cocktail di farmaci tipico della mesoterapia, permette di agire non solo sulla cellulite, ma di poter trattare diversi inestetismi nella stessa seduta.
I miglioramenti sulla pelle sono percepibili fin da subito, mentre l’aspetto della buccia d’arancia tende a necessitare più sedute e migliora in modo progressivo.

L’elettroporazione e combinazioni con altri trattamenti

Questa tecnica può essere utilizzata anche in combinazione con altri trattamenti, quali:

L’elettroporazione è una tecnica che permette di ottenere risultati gravoli nel tempo.

Gli argomenti contenuti in questo sito sono elaborazioni d'informazioni che non intendono sostituire il rapporto diretto tra medico e paziente.
Per approfondimenti rivolgersi al medico specialista.

Contattaci per ricevere informazioni