Nuove tecnologie e trattamenti minimamente invasivi per contrastare la cellulite

14 Giugno 2019

Nuove tecnologie e trattamenti minimamente invasivi per contrastare la cellulite

Autore: Dott. D'Alessandro Giovanni

Nuovi tecnologie e trattamenti minimamente invasivi per contrastare la cellulite e gli inestetismi del corpo.

 

Il tessuto adiposo è uno degli elementi più importanti per la bellezza di un corpo, soprattutto se parliamo di corpo femminile - spiega il dott. Giovanni D’Alessandro, Dermatologo con oltre 25 anni di esperienza. 

Oggi vi è la tendenza a criminalizzare il tessuto adiposo, esso invece, possiede un ruolo fisiologico di primaria importanza, al punto da essere, nelle giuste percentuali, necessario per uno stato di buona salute.

 

Facendo un esempio, in estetica, spesso troviamo donne che hanno protesi al seno e, a mio parere, dovrebbero avere una percentuale di grasso che superi abbondantemente Il 22-23 percento per permettere anche alle protesi di non essere eccessivamente visibili e di dare armonia al corpo” - prosegue il dott. Giovanni D’Alessandro.

 

Quando la percentuale di grasso corporeo scende fino a ridursi alla sola quota di grasso essenziale o poco più, l'organismo ne risente.

Il riequilibrio delle forme del corpo, secondo i miei studi in 25 di professione, deve contemplare delle congrue percentuali di massa grassa ben distribuite che conferiscano al corpo le armonie e le giuste proporzioni.

Il corpo femminile, con le sue molteplici tipologie, è soggetto all’azione degli ormoni che ne determinano le rotondità creando forme caratteristiche per ogni donna.. La diversità visiva della forma del corpo dipende da quanto grasso c’è e soprattutto da dove esso è localizzato.

Un eccesso adiposo sui fianchi o a livello trocanterico è determinato da un aumentato volume delle cellule adipose in quelle aree e poiché, la distribuzione del grasso è omogeneo in ogni cellula adiposa, non è un dimagramento che modificherà le forme...

È possibile agire in modo mirato su queste adiposità grazie alla criolipolisi che permette l’eliminazione definitiva delle cellule adipose con una metodica non invasiva.

 

Quali sono le richieste più frequenti delle pazienti per i trattamenti corpo?

 

Normalmente le richieste più frequenti sono quelle in riferimento agli accumuli adiposi a livello:

- delle culotte di cheval,

- dei fianchi,

- della pancia

- del rilassamento cutaneo delle braccia.

 

La paziente, a mio avviso, procede il dott. Giovanni D’Alessandro, non ha totalmente chiaro il concetto di cellulite o di adiposità essa ha la tendenza ad intervenire con diete molto drastiche (spesso, purtroppo, fai da te) che vanno contro quel concetto di benessere e di estetica del corpo di cui abbiamo innanzi parlato. Ribadisco che una percentuale di grasso molto bassa in un corpo non è sinonimo di bellezza o di miglioramento degli inestetismi che ognuno evidenzia.

 

 

Un nuovo trattamento per l’inestetismo della cellulite più comune alle donne: la subcision guidata per il trattamento a lungo termine della buccia d’arancia

 

Uno degli inestetismi più temuti dalle donne è la buccia d’arancia che spesso viene associata, erroneamente, alla presenza di adiposità localizzate, con la falsa credenza che una riduzione del grasso possa rendere meno visibile l’inestetismo.

In realtà, evidenzia il dott. Giovanni D’Alessandro, la buccia d’arancia è dovuta essenzialmente ai tralci fibrosi che dalla cute scendono fino agli strati muscolari, per cui una perdita di volume non farebbe altro che evidenziare l’avvallamento della cute.

Fino a poco tempo fa non erano disponibili trattamenti in grado di eliminare gli inestetici buchi della cellulite e che agissero proprio sulla causa strutturale della buccia d’arancia. Di recente è stato promosso un nuovo trattamento all’avanguardia, la subcision guidata - Tissue Stabilized – Guided Subcision® - che permette, attraverso un device studiato nei minimi dettagli (dalla localizzazione del setto all'infiltrazione dell'area da trattare) di recidere i setti fibrosi retraenti ad una distanza dai 4 e 6 mm dalla superficie cutanea e di liberarli dalle aderenze sottostanti in maniera definitiva.

 

Se si evidenzia un’adiposità generalizzata o localizzata - afferma il dott. Giovanni D’Alessandro - la liposuzione resta la terapia principe per rimuovere questi accumuli adiposi”.

 

Molti pazienti, però, non sono inclini a sottoporsi ad interventi invasivi.

 

La soluzione non chirurgica alla liposuzione: la criolipolisi

 

Il successo nel progresso tecnologico nel campo medico ha ampliato lo spettro di persone che si rivolgono agli specialisti per agire su determinati difetti del proprio corpo senza dover ricorrere alla chirurgia.

L’eccesso di adipe nel corpo oggi può essere trattato senza l’obbligo di ricorrere alla liposuzione grazie al trattamento di criolipolisi.

 

La criolipolisi funziona mediante l’ausilio di manipoli idonei per ogni zona del corpo tenendo sotto controllo la temperatura che rimarrà costante a livello del tessuto adiposo per tutta la durata del trattamento. Le basse temperature della criolipolisi sono tali da creare un danno selettivo degli adipociti e la loro eliminazione.

Il mantenimento costante della temperatura, garantito dall’alta tecnologia, è importante, continua il dott. Giovanni D’Alessandro, perché un abbassamento delle temperature potrebbe comportare delle ustioni della cute.

 

 

L’importanza di rivolgersi esclusivamente a professionisti del settore

 

Quando si parla di inestetismi del corpo è assolutamente necessario rivolgersi a medici professionisti del campo, che hanno le competenze essenziali per effettuare una corretta diagnosi per determinare la natura e la sede dell’inestetismo.

 

Inoltre, quando ci si sottopone a trattamenti che utilizzano tecnologie mediche molto avanzate è importante affidarsi a specialisti che siano in grado di utilizzare l’apparecchiatura stessa.

 

Il consiglio che do a coloro che hanno problemi legati ad adiposità localizzate o retrazioni cicatriziali, conclude il dott. Giovanni D’Alessandro, è sicuramente quello di confrontarsi con medici che abbiano delle competenze specifiche e quindi un interesse specifico sul corpo, e che siano, infine, esperti nell’utilizzo delle nuove tecnologie, garantendo ai pazienti sicurezza e risultati ottimali.

Gli argomenti contenuti in questo sito sono elaborazioni d'informazioni che non intendono sostituire il rapporto diretto tra medico e paziente.
Per approfondimenti rivolgersi al medico specialista.

Contattaci per ricevere informazioni