Liposuzione medica con la plasmalipo e la dieta chetogenica

25 Luglio 2018

Liposuzione medica con la plasmalipo e la dieta chetogenica

Le ultime novità per combattere la cellulite: la liposuzione medica con il plasmalipo e la dieta chetogenica

Trattamenti Cellulite

Tra le più nuove tecniche contro la cellulite, gli specialisti in chirurgia plastica e ricostruttiva stanno da poco applicando in Italia una procedura per combattere la cellulite: la liposuzione medica. Al contrario della classica liposuzione, la liposuzione medica combina due trattamenti: la plasmalipo e la dieta chetogenica.

Liposuzione medica con la plasmalipo: come funziona

La plasmalipo è una nuova tecnologia nata in Giappone che sfrutta la luce al plasma, veicolata da fibre molto sottili che il medico specialista, attraverso l’uso di particolari aghi, fa scorrere sotto la cute del paziente.

La plasmalipo è una tecnica innovativa e mini invasiva e rappresenta l’evoluzione tecnologica dell liposuzione laser. La plasmalipo infatti rimodella il corpo servendosi della luce al plasma e differisce quindi dalle terapie che usano il laser. La plasmalipo non danneggia minimamente i tessuti e può trattare la cellulite in maniera efficace.

Nella liposuzione medica, la plasmalipo irradia un raggio di luce al plasma che genera un calore controllato, in grado di sciogliere il grasso sottocutaneo. In quantità elevate, il raggio di luce è in grado allo stesso tempo di far retrarre la cute, contribuendo così a ridurre la cellulite e rassodare la pelle nella zona trattata.

La plasmalipo è ideale per trattare le zone generalmente più difficili, come l’interno coscia, le gambe, le ginocchia e le braccia. Rispetto alla liposuzione tradizionale, la liposuzione con la plasmalipo consente di eseguire interventi con maggiore precisione e per questo viene usata per il trattamento di zone più delicate del corpo con il collo e la mandibola. Altre zone che si possono trattare con la plasmalipo sono l’addome e il fianco, le caviglie e il viso.

L’intervento di liposuzione medica con la plasmalipo si esegue in anestesia locale e non presenta gravi rischi. Il medico specialista inserisce nel tessuto adiposo del paziente una micro cannula che al suo interno ingloba una minuscola fibra ottica, attraverso la quale viene rilasciata l’energia termica. La fibra ottica introdotta nell’adipe da eliminare irradia una luce al plasma di colore bianco, che scioglie il grasso e rassoda la cute dall’interno, ripristinando il tono e consentendo una migliore retrazione della cute.

Nella liposuzione medica, la plasmalipo recide i setti fibrosi, maggiori responsabili della pelle a “buccia d’arancia” e stimola la produzione di elastina e collagene, utilissime proteine della pelle che sostengono e donano elasticità al tessuto connettivo.
L’intervento si può svolgere in ambulatorio e dura circa ¼ d’ora. I risultati sono visibili sin da subito e possono essere più apprezzati dopo un paio di mesi perché occorre aspettare un paio di mesi affinché il risultato possa essere considerato completo.

I prezzi della liposuzione medica con la plasmalipo sono medio alti e dipendono soprattutto dall’estensione delle zone da trattare. I costi possono quindi variare molto e la durata dei risultati varia da paziente a paziente e si aggira in media dai 2 ai 3 anni. Non ci sono gravi effetti collaterali nel post operatorio perché come abbiamo detto l’intervento è poco invasivo.

Liposuzione medica e La dieta chetogenetica

Complementare alla liposuzione medica è poi la dieta chetogenica, che si ispira ai principi studiati dal medico americano Blacknurn nel 1970. La dieta chetogenica induce nell’organismo la formazione di sostanze acide chiamate “corpi chetonici” da cui deriva il nome della dieta.

La dieta chetogenica stimola la produzione di corpi chetonici in quanto prevede l’assunzione molto bassa o quasi nulla di zuccheri o molto ricca di grassi. L’organismo ed il cervello in mancanza di zuccheri, utilizzano i corpi chetonici come fonte di energia per il corpo. In passato la dieta chetogenica era studiata per la cura delle crisi epilettiche ed ha portato la realizzazione di una dieta chetogenica specifica utilizzata per l’epilessia.

Oggi la dieta chetogenica consisterebbe nell’assunzione di integratori a base di proteine pure, le quali costringono l’organismo a rifornirsi di zuccheri dai grassi di deposito, dai punti cioè dove è presente maggiormente il grasso.
La dieta chetogenica viene utilizzate per dimagrire, infatti agisce su grandi adiposità localizzate salvaguardando però l’integrità dei tessuti muscolari.
Il programma può durare tre settimane. Nella prima settimana di dieta chetogenica si usano solo gli integratori, nella seconda si possono aggiungere proteine alimentari e verdure, nella terza si reintroducono anche i carboidrati.

È obbligatorio per chiunque voglia seguire questo programma il consulto con un medico specialistico. La dieta chetogenica non può essere indicata per ogni individuo, occorre necessariamente sottoporsi ad esami preliminari mirati e farsi seguire da un medico specializzato.

Gli argomenti contenuti in questo sito sono elaborazioni d'informazioni che non intendono sostituire il rapporto diretto tra medico e paziente.
Per approfondimenti rivolgersi al medico specialista.

Contattaci per ricevere informazioni