Cellulite nei glutei, anche l'uomo ne soffre

20 Dicembre 2017

Cellulite nei glutei, anche l'uomo ne soffre

Autore: Perra Simona


La cellulite è un inestetismo che colpisce maggiormente le donne, ma anche gli uomini ne possono soffrire. La cellulite maschile implica uno stato infiammatorio del tratto sottocutaneo, il suo nome scientifico, pannicolopatia fibro edematosa, indica un’infiammazione del pannicolo, con ipertrofia delle cellule adipose, insieme a ritenzione idrica.

Negli uomini, la cellulite, si presenta prevalentemente sull’ addome, ma non è raro, proprio come accade sulla donna, di trovarla anche su cosce e glutei.

Essenzialmente la cellulite è provocata da un’alterazione del microcircolo.
La cellulite maschile è dovuta a diversi fattori tra cui:

-        fattori genetici
-        stile di vita scorretto
-         squilibri ormonali
-        Vita sedentaria
-        Attività sportiva eccessivamente intensa
-        Sovrappeso
-        Fumo e alcool
-        Problemi vascolari

Nell' uomo gli accumuli di grasso tendono a depositarsi maggiormente nell’addome e sopra la vita. Nella donna invece i depositi di grasso si accumulano sui fianchi, cosce e glutei.
Tuttavia, non vi è una netta differenza tra uomo e donna quando parliamo di cellulite: il risultato è sempre lo stesso, la buccia d’arancia.
Quando nell’uomo si presenta la cellulite, in posti diversi dall’addome, come ad esempio sui glutei, questa può comportare disagi anche psicologici.
Si è soliti pensare che nei glutei, la cellulite, colpisca solo la donna, ma l’uomo non è da meno.

Come agire e quali trattamenti sono consigliati per la cellulite nei glutei per l’uomo

Un ruolo determinante per combattere la cellulite nei glutei per l’uomo, dal punto di vista estetico, è svolto da creme, cosmetici e gel anticellulite che vanno applicati sull’area interessata, in questo caso parliamo in particolare dei glutei, con un massaggio linfodrenante, che permette di ripristinare il corretto funzionamento del microcircolo.

Se la cellulite nei glutei dell’uomo è determinata da una vita sedentaria, sarà opportuno abbinare il trattamento topico con attività fisica, perché fare moto è molto importante per la nostra salute, aiuta a vivere meglio ed essere in forma.

Attività fisica consigliata per eliminare la cellulite dai glutei, adatta all’uomo:

-        Fitness leggero
-        Nuoto: l’azione dell’acqua dà grandi benefici
-        Camminata veloce
-        Corsa leggera
-        Bicicletta
-        Aerobica

Praticare una di queste attività almeno 3 volte a settimana per 1 ora alla volta può aiutare a debellare la cellulite dell’uomo.

Inoltre, alleato formidabile per la cellulite nei glutei, per l’uomo, è una dieta corretta. Per dieta non deve essere inteso un regime alimentare ipocalorico ma un’alimentazione corretta, consigliata dal nutrizionista.

Quali sono i cibi e le bevande consigliate per eliminare la cellulite nei glutei?

L’uomo presenta, generalmente, un metabolismo più veloce della donna, ma quando nonostante tutto, si formano gli antiestetici avvallamenti della cellulite nei glutei dell’uomo, correggere il proprio regime alimentare, magari scorretto, può risolvere gran parte del problema.
Dunque, vediamo cosa consigliano gli esperti per tenere sotto controllo o ridurre la cellulite nei glutei dell’uomo:

     -        Le molecole utili a contrastare la cellulite sono prevalentemente gli antiossidanti.
     -        Mirtillo
     -        Betulla
     -        Vite rossa
     -        Alimenti diuretici: fragole, carciofo, finocchio, ananas, anguria, melone..
     -        Tisane e decotti drenanti a base di betulla o vite rossa
     -        Carne bianca
     -        Pesce azzurro
     -        Carboidrati complessi integrali

La cellulite nei glutei dell’uomo può essere dovuta non solo all’assunzione di cibi sbagliati, ma anche dall’assunzione di caffeina, alcool, e dal fumo o dall’assunzione di zucchero, che presentano molecole controproducenti all’eliminazione della cellulite dai glutei.

Prevenire la cellulite nei glutei nell’uomo

Prevenire la cellulite può essere essenziale per non ritrovarsi poi con gli antiestetici buchi della buccia d’arancia nei glutei.
Prevenire necessita un’attenzione particolare ai seguenti aspetti:

     -        Bere almeno 2l d’acqua al giorno
     -        Mangiare frutta e verdura
     -        Non usare vestiti stretti
     -        Mantenere una postura corretta
     -        Non ingrassare o dimagrire in modo rapido
     -        Non rimanere in piedi o seduti per troppo tempo
     -        Mantenere sotto controllo il pesoforma

Medicina estetica e cellulite nei glutei, quali trattamenti per l’uomo?

Di seguito è possibile trovare elencati trattamenti mirati per rimuovere la cellulite dai glutei nell’uomo:

     -        Mesoterapia: promuove il drenaggio linfatico e il microcircolo attraverso micro-iniezioni di sostanze attive.

     -        Carbossiterapia: consiste nella somministrazione di anidride carbonica gassosa da un macchinario con aghi piccolissimi che agiscono sia nel sottocute che per via intradermica. Aumenta il flusso sanguigno della zona trattata, influenza il metabolismo dei lipidi e provoca la produzione di collagene che rende la pelle più giovane. 

     -        Subcision guidata: è il nuovo trattamento innovativo, minimamente invasivo, che consente di combattere la cellulite a lungo termine. Come? Agendo sulla causa reale della cellulite: i setti fibrosi, recidendoli e riportando la cute ad una condizione ottimale, facendo sparire gli antiestetici buchini su glutei e fianchi.

Sono tanti i trattamenti che possono essere effettuati per eliminare la cellulite dai glutei, per l’uomo, ma è importante e imprescindibile parlare sempre con il proprio medico esperto di fiducia per chiarimenti o consigli su trattamenti idonei alla propria situazione. Solo il parere di un medico potrà essere decisivo nella lotta contro la cellulite, sia per l’uomo nei glutei che per la donna.



Leggi anche: Come combattere la ritenzione idrica?

Gli argomenti contenuti in questo sito sono elaborazioni d'informazioni che non intendono sostituire il rapporto diretto tra medico e paziente.
Per approfondimenti rivolgersi al medico specialista.

Contattaci per ricevere informazioni